La storia della Cravatta

La cravatta è un simbolo di eleganza e stile riconosciuto in tutto il mondo. Che si tratti di un matrimonio, un importante incontro di lavoro o forse solo una parte del tuo solito abbigliamento da lavoro quotidiano; indossare una camicia e una cravatta può rendere elegante qualsiasi individuo.

Quando è iniziato tutto questo? Perché ora avvolgiamo un sottile pezzo di stoffa intorno al collo? Bene, ci sono molte storie di origini controverse sulla cravatta, alcune risalenti anche al periodo romano, ma in generale si crede che le cravatte iniziarono a far parte del mondo della moda a partire dal 1600.

Originario della Francia, re Luigi era innamorato della stoffa che i mercenari croati indossavano come parte della loro uniforme durante la guerra dei 30 anni. La sua funzione era quella di legare insieme la parte superiore della giacca, ma il re Luigi ne era così affezionato da renderlo un accessorio per tutti gli eventi reali, onorando i soldati croati nominandola "Cravatta".

Simile a una sciarpa ma più moderna, cresce rapidamente la sua popolarità, attraversando l'Europa nel resto del secolo e nel 1700, lo stile e la forma iniziano a cambiare. Entro il 1800, la cravatta moderna iniziò ad apparire e iniziò ad essere usata più comunemente dai ceti più abbienti.

La prima cravatta a motivi è stata creata intorno al 1900 e dal ventesimo secolo moltissime persone iniziano ad indossare la cravatta che lentamente entra nella nostra vita quotidiana; con ogni colore e stile immaginabile ora disponibile.

Andando avanti veloce fino ad oggi dove da Wilmok stiamo cambiando nuovamente le cose. Le bottiglie di plastica vuote sono un vero problema e stanno gettando nel caos il nostro ambiente, quindi piuttosto che lasciarli continuare a ostruire i nostri mari e ferire la nostra fauna selvatica, abbiamo deciso di sfruttarli. Siamo in grado di riciclare bottiglie di plastica vuote e trasformarle in cravatte italiane fatte a mano splendidamente realizzate; siamo il primo e unico marchio al mondo a farlo!

Check out the full range here

Taggato con: Blog

Post più recenti

0 Comments

Non ci sono ancora commenti. Sii il primo a postarne uno!

Lascia un commento

Si noti che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati

Italiano it